Home Page

logo

Le Colombaie Bio è un’azienda giovane e dinamica specializzata nella vendita e distribuzione di prodotti certificati biologici, biodinamici e prodotti artigianali tipici delle tradizioni culinarie regionali. L’offerta dei prodotti è costituita da centinaia di referenze, prevalentemente di piccole aziende artigianali certificate bio, attentamente selezionate per garantire qualità, sicurezza e genuinità. Nella scelta dei fornitori ricerchiamo, oltre alla garanzia del rispetto delle normative europee per le certificazioni bio, uno stretto legame tra terra e  agricoltori, passione per la riscoperta di sapori tradizionali e genuini, valorizzazione di varietà colturali antiche e pregiate. Grazie a questa attenta opera di selezione i nostri prodotti coniugano gusto, elevata qualità, tradizione, salvaguardia dell’ambiente e sostenibilità per le generazioni future. 

slide-verdura
frutta-slide
varie
pasta-slide
formaggi-stag-slide
banco-esposizione
formaggi-freschi-slide
salumi-slide
barattoli-slide
succhi-di-frutta-slide
vini-slide
vegan-free-slide
Carni-rosse-slide
carni-bianche-slide

Il progetto commerciale “Le Colombaie Bio” ha previsto la nascita di un’azienda agricola biologica certificata sia per ottenere produzioni bio esclusive che come esperimento di analisi e termometro delle problematiche agricole, ritenendo oggi inadeguate e spesso inefficienti le capacità commerciali dei singoli produttori.

E’ proprio in seguito a questa esperienza “agricola” che si è resa necessaria la creazione di un’azienda commerciale che rendesse possibile il lavoro di ricerca e commercializzazione di prodotti biologici e non, ma comunque certificati CEE, di qualità riconoscibile creando così impresa. 

La filosofia bio

La filosofia bio

logo senza scritta

L’agricoltura biologica è un metodo di produzione definito dal punto di vista legislativo a livello comunitario dai Reg. CE 834/07 e 889/08 e a livello nazionale con il D.M. 18354/09. Il termine “agricoltura biologica” indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali  escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi). Agricoltura biologica significa sviluppare un modello di produzione che eviti lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria, utilizzando invece tali risorse all’interno di un modello di sviluppo che possa durare nel tempo.

Marchio-europeo

Le coltivazioni

In agricoltura biologica non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere). Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate, come, per esempio:
– la rotazione delle colture: non coltivando consecutivamente sullo stesso terreno la stessa pianta, da un lato si ostacola l’ambientarsi dei parassiti e dall’altro si sfruttano in modo più razionale e meno intensivo le sostanze nutrienti del terreno;
– la piantumazione di siepi ed alberi che danno ospitalità ai predatori naturali dei parassiti e fungono da barriera fisica a possibili inquinamenti esterni;
– la consociazione: coltivando in parallelo piante sgradite l’una ai parassiti dell’altra.
In agricoltura biologica si usano fertilizzanti naturali, cioè incorporazioni nel terreno di piante appositamente seminate, come trifoglio o senape.
In caso di necessità, per la difesa delle colture si interviene con sostanze naturali vegetali, animali o minerali: estratti di piante, insetti utili che predano i parassiti, farina di roccia o minerali naturali per correggere struttura e caratteristiche chimiche del terreno e per difendere le coltivazioni dalle crittogame.
Il ricorso a tecniche di coltivazione biologiche ricostruisce l’equilibrio nelle aziende agricole; qualora, comunque, si rendesse necessario intervenire per la difesa delle coltivazioni da parassiti e altre avversità, l’agricoltore può fare ricorso esclusivamente alle sostanze di origine naturale espressamente autorizzate e dettagliate dal Regolamento Europeo.

pomi

Broccoli

Frutta e verdura

Gli allevamenti

Anche l’allevamento biologico segue criteri normativi definiti dall’Unione Europea, attraverso il Regolamento CE 1804/99 e a livello nazionale con il D.M. n.91436 del 4 Agosto 2000. In un allevamento certificato biologico gli animali devono essere alimentati secondo i loro fabbisogni con prodotti vegetali ottenuti con metodo di produzione biologico, coltivati di preferenza nella stessa azienda o nel comprensorio in cui l’azienda ricade. L’allevamento degli animali con metodo biologico è strettamente legato alla terra. Il numero dei capi allevabili è in stretta relazione con la superficie disponibile. I sistemi di allevamento adottati devono soddisfare i bisogni etologici e fisiologici degli animali. Pertanto essi devono consentire agli animali allevati di esprimere il loro comportamento naturale e devono garantirgli sistemi di vita adeguati.  Le condizioni di allevamento devono tenere conto del comportamento innato degli animali. In particolare. le strutture per l’allevamento devono essere salubri, correttamente dimensionate al carico di bestiame e devono consentire l’isolamento dei capi che necessitano di cure mediche. Inoltre deve essere assicurato sufficiente spazio libero a disposizione degli animali. Per ogni specie e categoria di animali il Regolamento CE 1804/99 definisce degli spazi minimi che devono essere garantiti sia al coperto (in stalle, ricoveri) sia all’aperto (paddock e altro). La dieta deve essere bilanciata in accordo con i fabbisogni nutrizionali degli animali. Il 100% degli alimenti dovrebbe essere di origine biologica controllata. Non possono comunque mai essere somministrati agli animali allevati con metodo biologico: stimolatori di crescita o stimolatori dell’appetito sintetici; conservanti e coloranti; urea; sottoprodotti animali (es. residui di macello o farine di pesce) ai ruminanti e agli erbivori monogastrici, fatta eccezione per il latte e i prodotti lattiero-caseari; escrementi o altri rifiuti animali; alimenti sottoposti a trattamenti con solventi (es. panelli di soia o altri semi oleosi) o addizionati di agenti chimici in genere; organismi geneticamente modificati; vitamine sintetiche.

10730804_752051698175798_8503585207934040289_n
filosofia
campo
campo-verde

Camscritta modo di fare innovazione

Quello che fino ad oggi è stato il limite delle piccole botteghe di quartiere, cioè lo spazio e dunque un assortimento limitato, che porta il cliente ad andare il sabato nei grandi ipermercati a rifornirsi per la spesa settimanale, diventa nei punti vendita Le Colombaie Bio un motivo di attrazione. Infatti la familiarità del negozio, che mette a proprio agio il cliente, al tempo stesso, con il metodo delle “super rotazioni” nei prodotti combinato alla rotazione degli spazi espositivi, è fonte di innovazione e curiosità, che rendono per il cliente il punto vendita Le Colombaie Bio molto più grande e ricco di assortimento di quanto in realtà non lo sia un negozio di metratura ben superiore. E’ nella presentazione dei nuovi prodotti, provenienti dalla ricerca Le Colombaie Bio che sta la chiave dell’innovazione.

Prodotti bio

Prodotti bio

logo senza scritta

Camscritta modo di fare formazione ed informazione…

Da Le Colombaie Bio troverete moltissimi prodotti tutti con certificazione Biologica. Nei nostri negozi è nuovo l’approccio verso il cliente. Grazie alla continua  formazione dei dipendenti (scelti anche in base alla loro passione per questo mondo), si crea un rapporto molto professionale ma al tempo stesso molto confidenziale tra venditore e compratore, fatto di informazione tecnica, alta professionalità e consigli di cucina e alimentazione. I dipendenti, una volta formati, divengono piccoli chef che, in base alla stagionalità dei prodotti agricoli, vengono costantemente aggiornati tramite corsi e mezzi di informazione che l’azienda mette loro a disposizione. Tutto questo serve a rendere al cliente la spesa “un motivo di interesse e cultura culinaria” e non più un peso ed un obbligo.

La novità assoluta è questa: il cliente nell’ 80% dei casi entra in un punto vendita Le Colombaie Bio senza la lista della spesa, siamo noi a fargliela durante la visita.

etichetta

L’alimentazione condiziona diverse patologie della gravidanza, è quindi importante nutrirsi in maniera corretta e responsabile. Molte sostanze assunte durante i mesi di gravidanza passano in gran parte per la placenta, ed influiscono sulla programmazione metabolica ed ormonale dei tessuti fetali.

incinta

E’ doveroso quindi evitare di assumere tutte quelle sostanze contaminanti ambientali presenti nell’ alimentazione. Spesso Il cibo che troviamo viene prodotto su larga scala, con l’uso di concimi non di origine naturale. Ancor più attenzione dobbiamo porre durante il consumo delle carni: gli animali che vengono allevati in modo industriale, spesso sono alimentati con ormoni e antibiotici. E’ quindi un sentimento comune il desiderio di ritornare ad una alimentazione naturale. L’alimentazione basata sul biologico non è una moda del momento, ma l’ esigenza di mangiare in modo naturale per volersi bene. La parola d’ordine è mangiare meglio: i cibi che puoi trovare presso i punti vendita le Colombaie Bio, sono cibi provenienti da coltivazioni ed allevamenti che non fanno ricorso a pesticidi e rispettando i ritmi della natura, tutto questo porta ad ottenere un cibo di qualità migliore. Ricorrere al biologico significa rispettare la natura, promuovere la propria salute presente e futura, ed, in gravidanza, avere un’ attenzione in più alla salute di chi sta per nascere.

persone

volantino mod

logo-modif